Cronache dal Bancone

Sabato ho fatto tardi all’appuntamento con le mie amiche S&S perché c’era un traffico assurdo in entrata a Sondrio… Quindi, sono giunta al luogo del nostro meeeeeting (che è una panchina, tipo anziane) con una fame cieca, dacché erano già le 7,40. Ma vuoi rinunciare all’aperitivo? Assolutamentissimamente NO!!!

COSA HO APPREZZATO DI QUESTO APERITIVO
  • Il Negroni – è un cocktail che non amo. Ok, non è stucchevole ma è un po’ forte se sei a corto di pappa nel pancino. Eppure, questo mi è piaciuto. Bello. Color Rosso Campari. Con il gin perché lo vogliamo giusto. E con il vermut. Giustamente l’oste ce lo fece fiutare prima, perché un buon Negroni lo si riconosce da questo ingrediente, un vino liquoroso che basa la sua aromaticità sull’assenzio.
  • Le polpette greche – si dice presto polpetta (prendi un po di carne la appallottoli e la friggi, sembrerebbe all’apparenza facile) ma nooooo, queste erano le keftedes (carne macinata + cipolla + menta), ovviamente abbinate alla mia salsa preferita, ossia la tzatziki (yogurt + cetrioli + aglio), originaria dei Balcani.
  • I turtei de pum (frittelle di mele della Valtellina) – Beh, prima di tutto le ho apprezzate perché dopo la vacanza sensoriale tra casa al mare e casa in montagna di Dracula l’alito andava ripulito. E devo dire che la mela fa la sua sporca mansione. Il bar le offriva anche perché agosto e settembre (fino ai primi d’ottobre per le tardive) sono i mesi di raccolta delle nostre Mele di Valtellina IGP, in particolare per le frittelle vengono utilizzate le Golden (l’impasto prevede: mele, farina 00, zucchero, latte, acqua frizzante meglio se Levissima, lievito, uova e un pizzico di sale * per aromatizzare: cannella o rum o limone). Vengono fritte in olio di arachidi e infine spolverate con lo zucchero a velo. Solitamente, si cucinano per Carnevale. Perchè le Mele di Valtellina sono speciali? Dicono per l’escursione termica. Ma detta così non si capisce, vero? Sono più colorate, non presentano retrogusti rugginosi e sono profumatissime.

Una mela al giorno toglie il medico di torno, ma se la friggi non ti serve più nemmeno Adamo!

🙂 Ringraziamo il King’s Caffé di Sondrio

Miss Raincoat e le sue Dame di Compagnia

Pubblicità