L’Ira (funesta) di Achille

C’era una volta un eroe che amava la canzone “Je so’ pazzo” di Pino Daniele, non perchè fosse davvero toccato di mente, ma perché, diciamocelo, uno ci prova a fare l’imperturbabile, finché non gli si tocca il tallone…

Achille aveva già da fare con i suoi live, così come narra il Pascoli ne “La Cetra di Achille”; aveva anche provato a travestirsi da donna, però in guerra c’era dovuto andare lo stesso. E che guerra, poi! Il Re di Sparta, Menelao, tracagnotto e con pochi capelli, aveva scatenato un putiferio perché Elena, la sua biondissima moglie, era scappata con lo sbarbatello proteinomane Paride, figlio del Re di Troia. Achille era comunista, guardava solo Rai Tre e qualche volta Passaggio a Nord Ovest, tuttavia pensava che sarebbe stato meglio risolvere tutto a C’è Posta Per Te.

Come se non fosse bastato, ci si era messo anche il suo Superiore, Agamennone. Il viscido bavoso aveva preso Criseide, figlia di un Sacerdote di Apollo, come schiava. Apollo, vistosi pestare i piedi, aveva sterminato l’esercito spartano con una bella spolverata di peste, ovviabile solo con la liberazione della ragazza. Pure Achille aveva silenziosamente ucciso il marito di una troiana, Briseide, e se l’era portata via, ma questo non voleva dire che Agamennone, senza il suo giocattolo, poteva prendersi quello di un altro.

Achille si inca**a a bestia, questo voleva dire Omero. A priori. Tu, pure se sei Agamennone e io sono un tuo subordinato, non puoi offrirmi un assegno in cambio di quella donna che, per quanto io le abbia tolto la corona, ha scelto di essere mia. Cos’è? Sei invidioso perché io assomiglio a Brad Pitt?Posso darti il numero di Patroclo, se vuoi!

Alla fine, tanto fumo per nulla.

L’ultimo whatsapp che ha mandato Briseide ad Achille recita “Sono lontana da te tante notti e tu non mi reclami; indugi e la tua ira è lenta”. Lui ha visualizzato senza rispondere.

Ma Briseide è contenta lo stesso: meglio essere motivo di ira funesta che scatenare un’assurda guerra sanguinosa come quella sciacqualattughe di Elena!

Per la versione meno bislacca degli eventi vi affido alla lezione del prof. Gaudio

qui

❤ Miss Raincoat

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.