Thikling is torture (il solletico è una tortura)

Lo ammetto, non sempre le campagne di sensibilizzazione riescono a smuovere il mio cuoricino, che schifa le strumentalizzazioni come peste bubbonica. Eppure, non mi va giù che chi sottomette o violenta esseri dotati di vita e anima respiri la mia stessa preziosissima aria. Tuttavia, resto dell’idea che non esistano specie deboli o forti, ma vittime e carnefici. Ossia, detesto le giornate a tema, la stigmatizzazione, la glorificazione, la ghettizzazione… Insomma, di Santi ne è pieno il calendario ed è rimasto posto solo per essere persone per bene, indipendentemente da specie, sesso, etnia, colore di capelli, etc…

Questa premessa per farvi capire perchè, durante una notte insonne, sono rimasta basita davanti a un video sul Lori lento.

Come lo racconterei a mio nipote, questo animaletto è una scimmietta con degli occhioni tenerosi, che, in teoria, dovrebbe vivere nelle foreste pluviali asiatiche. In pratica, grazie a un meccanismo ignobile chiamato commercio illegale, è diventato uno dei più modaioli animali d’appartamento (eh, che dire, il gatto è demodé!).

Il nome della campagna Thikling is Torture pone l’accento sulla condivisione di massa di video in cui i Lori vengono accarezzati sulla pancia e vuole ricordarci che non è felice per le coccole, se alza le zampe all’aria, bensì spaventato e pronto all’attacco (ha un veleno sotto i gomiti, o qualcosa del genere). L’idea sarebbe quella di non condividere più contenuti al pari di uno stupro e, se ci venisse voglia di accarezzare il Lori, potremmo trovarci un fidanzato che si chiama Lorenzo, no?

E la tortura non si limita a grattini non richiesti. I Lori sono animali selvatici notturni, costretti a restare in gabbia in appartamenti di città, con illuminazione e riscaldamento a palla. In più, in modo da essere resi completamente innocui, tipo pupazzetti, vengono privati dei denti senza anestesia.

Sapete cosa si racconta a Giava? Che i Lori siano portatori di tragiche sventure e che il loro sguardo, sempre triste, sia la prova che riescono a vedere le anime inquiete dei defunti.

** Per firmare la petizione: www.thicklingistorture.com

❤ Miss Raincoat

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.